relax

relax

regole per incontrarmi

  • Prenotare è altamente consigliato ed altamente raccomandato.
  • Per godere appieno dell'incontro, è necessario aver fatto una doccia da poco, ben curato, un buon odore ed alito di fresco. Si prega di essere rispettosi ed essere sempre un gentiluomo. La tua bontà, la tua generosità e la cavalleria sarà apprezzata e premiata.
  • Si prega di non più di rimanere oltre l'orario stabilito per il nostro appuntamento. Se si desidera rimanere più tempo, si prega di chiedermi se ho più tempo a disposizione e fornire donazione aggiuntiva per il tempo che si desidera spendere.
  • Le mance non sono previste, ma se vuoi sorprendermi con un regalo extra non esitare a chiedermelo oppure guarda la mia lista dei desideri.
  • Le donazioni per il mio tempo e la mia compagnia non sono negoziabili.
  • A me non interessa che tu sia bello , ma si generoso, educato e rispettoso e pulito.

lunedì 24 ottobre 2011

il mese sabbatico

Chiedo venia a tutti i miei lettori ma ho voluto assentarmi per prendermi un periodo tutto per me ora sono tornata un bacio a tutti quelli che hanno continuatp a scrivermi e telefonarmi
viola

MARCO SIMONCELLI

Credo che apprendere la notizia della morte di chiunque, persone vicine, lontane o anche sconosciute, rechi un dispiacere.Certo, di intensità diverse ma comunque ti si stringe il cuore.Tuttavia credo anche che, ogni volta che qualcuno venga a mancare, sia diventato più un 'dovere', legato alla cronaca, parlarne e continuare ad esaltare il fatto che non ci sia più, che il concreto sentimento di tristezza.
Un campione, fin'ora a me semisconosciuto, pare sia diventato un Dio per molti, come succede spesso con persone famose.Detesto chi inizia a idolatrare le persone morte mentre per tutto il percorso della loro vita non hanno mai accennato ad un interessamento reale.Vorrei ricordare che Simoncelli ha lasciato questo mondo facendo qualcosa che gli piaceva fare.Correre in moto era una sua grande passione ma sapeva benissimo il rischio a cui andava incontro sfrecciando ad alta velocità.Quando in Italia muoiono centinaia di persone sul lavoro, nessuno fiata.Persone che lavorano anche per noi, in condizioni disagiate ed infernali per guadagnare un miserio stipendio.Loro non lo sapevano che rischiavano di morire soffocati in una cisterna.
Gente, riflettete..non dovrebbero essere loro i vostri eroi? Niente polemica, è solo un pensiero personale.